BORDER / OFF

 

BorderOffTatianaVillani

*

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
serata di video arte a cura di Serena Becagli e Spazio Off

con video di
Meri Iacchi, Lori Lako, Bärbel Reinhard, Tatiana Villani,
Guerrilla SPAM
e un video con reading live di Alessandra Greco

dalle ore 19 bar aperto per aperitivo e drink
ore 21 proiezione

La serata a cura di Serena Becagli e Spazio Off presenta una serie di video sul tema del confine inteso sia come confine politico che come limite fisico entro il quale possono accadere delle cose. Confini entro cui stare, confini da superare prendendo spunto proprio dal concetto da cui è nato il progetto Spazio Off, un’associazione che si è sempre occupata di eventi culturali da attivare in diversi luoghi e spazi della città.
Durante la serata saranno presenti alcuni degli artisti che introdurranno e commenteranno il proprio lavoro.
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

programma:

Meri Iacchi
La canzone della Pace, video 10’, 2016
L’opera rende omaggio a Maria Monzecchi, ultima discendente di una famiglia di poeti in ottava rima. Nella tradizione della cultura rurale toscana ormai pressoché estinta, il canto
in ottava rima rappresenta un’espressione di socialità, riconosciuta e condivisa, molto importante. Nei paesi venivano organizzate vere e proprie gare di improvvisazione con testi
a rima baciata, detti “contrasti”. La canzone della pace, composta dai fratelli di Maria per la forza della composizione e del tema trattato, appare quanto di più contemporaneo
si possa offrire in questi tempi.
Il video è stato girato grazie all’interesse del Comune di Pontassieve, sensibile al recupero della cultura contadina e con l’aiuto – preziosissimo – di tutta la famiglia di Maria che ha condiviso il canto con lei, attivando un processo rigenerativo dell’antica usanza in senso contemporaneo.
Il testo assieme ad altre opere gelosamente custodito da Maria entrerà a far parte di un archivio di biografie.

Alessandra Greco
Nodi, video 11’:08”, 2018
video + reading (Live)
testo e voce di Alessandra Greco
Elaborato in relazione al testo Nodi, da cui prende il titolo, il video riproduce le immagini di un caleidoscopio, all’interno del quale, oltre alle tradizionali perline di vetro, sono inseriti
ritagli di immagini di migranti su barconi, funamboli e nodi marinari. Lo “snodo”, come dispositivo vincolare e di trasmissione di forze, di azioni o di informazioni, nella sua ampia
accezione trova un ruolo importantissimo nelle relazioni umane, nelle dinamiche mentali e visive. Il “nodo”, come impedimento, se sciolto, può produrre apertura e sviluppi.

Lori Lako
Now and then, video 3’:35’, 2016
Lori Lako collega due avvenimenti storici importanti che hanno prodotto l’azione dell’attraversamento illegale dei confini nazionali. La parte visuale del video è costituita da
materiali d’archivio che documentano l’esodo del 1991 degli albanesi verso l’Italia, invece la traccia audio, dal 02’:32’’, riproduce le urla della “Camminata Notturna” messicana,
un’esperienza che simula l’attraversamento del confine tra Messico e Stati Uniti.

Bärbel Reinhard e Tatiana Villani
Afterclap, video 5′, 2016
Afterclap è un video realizzato dalle artiste Bärbel Reinhard e Tatiana Villani, nel 2016.
Il progetto nasce per riattivare un edificio di archeologia industriale a Prato utilizzando il gioco come miccia del processo.
Gli spazi dismessi sono terra di nessuno e vengono utilizzati di frequente da chi ne ha maggiore bisogno e dai bambini che giocano immaginando mondi. Da qui le artiste hanno sperimentato una serie di azioni giocose nello spazio che da un lato raccontano l’architettura e dall’altro la riempiono muovendosi al suo interno.

Guerrilla SPAM
Compiti per casa – video documentazione 2′ circa
Venezia, 20 Novembre 2017
Azione culturale con distribuzione di 400 quaderni di “Compiti per Casa” e declamazione tramite megafono di esercizi sul tema dell’Accoglienza e sulle migrazioni.
Gli artisti, con costumi e bandiere da loro disegnati, sono arrivati in laguna a bordo di una piccola imbarcazione; una volta scesi a terra hanno distribuito i quaderni con i “Compiti per casa” e incoraggiato le persone a fare alcuni esercizi e riflessioni in merito al tema delicato dell’accoglienza.

Tatiana Villani
Seeds, video 2′, 2018
Le piante per natura sono esseri che non si muovono, con le loro radici si attaccano ad un terreno che le accoglierà per tutto il ciclo della loro vita. Per riprodursi producono semi, questi cercano e trovano il modo di esprimersi trasformandosi in piante.
Per trovare le migliori condizioni possibili spesso affrontano dei viaggi, sia nel tempo che nello spazio, non riconoscono confini.
I processi di disseminazione sono molto vari e prevedono sia la possibilità del viaggio autonomo che l’interazione con altre forme viventi. In questo video un’esile piantina “prende il vento” per superare il suo limite pietroso e volare su terreni più fertili.

Border_Off_Tatiana_Villani

still da “Seeds”, video 2′, 2018