NOT ONLY CIGARETTES

NotOnlyCigarettes

So, here we are with a new event at greencube.gallery!
NOT ONLY CIGARETTES
An IRL/URL exhibition
by Luca Leggero
Offline opening 15/02/2019
Online opening 18/02/2019
featuring works by
Alessandro Giannetti
Alessandor Nucci
Andrea Selenio Pecchia
Carlo Galli
Carlo Zanni
Cristina Gardumi
Daniela D’Amore
Davide Bondielli
Devid Ciampalini
Diego Caglioni
Domenico Barra
Dominik Podsiadly
Fabio Giusti
Fred Cosci
Giacomo Verde
Luca Marchettoni
Luca Pozzi
Marcantonio Lunardi
Marco Belfiore
Marco Cadioli
Rachel Morellet
Sandrine Deumier
Silvio Lorusso
Tatiana Villani
Valentina Lapolla
looking forward to seeing you soon offline and online!

http://greencube.gallery/?fbclid=IwAR2gQfuPmLycseKGYJqo61_2PSyuypownDzzAISh4AAcdPQur931Ul3G6QY

 

W8TofF8T

“W8TofF8T”(still from video) by Tatiana Villani and Luca Leggero

W8T of F8T

Cos’è l’amore? Noi non abbiamo la risposta, ma sappiamo che ha spesso a che fare col desiderio e con la paura.
Per questo abbiamo immaginato una forma che oggi è comune all’inizio delle relazioni in internet, la forma dell’attesa che porta con se speranze e progetti.
Il video è la ripresa di un monitor in cui si vedono scorrere i waiting dots di una conversazione amorosa, lo immaginiamo esposto in loop quindi potenzialmente infinito. L’immagine evidenzia nel sul scorrere due onde, una formata dai dots e una specie di marea mobile formata dal riverbero in ripresa di un monitor retro illuminato.
Il titolo vuole contenere questa indeterminazione:
W8T of F8T gioca tra due possibili interpretazioni wait of fate and weight of fate.
Graficamente il numero 8 può essere ruotato trasformandosi nel simbolo dell’infinito.
Il video nasce dalla collaborazione tra due artisti, Tatiana Villani e Luca Leggero, già co-autori di altre opere.
What is love? We do not have the answer, but we know that it often has to do with desire and fear.
This is why we have imagined a form that is common today at the beginning of internet relations, the form of waiting that brings with it hopes and projects.
The video is the shooting of a monitor in which you can see the waiting dots of a love conversation, we imagine it exposed in a loop so potentially infinite. The image highlights in the scroll two waves, one formed by the dots and a sort of mobile tide formed by the reverberation of a backlit monitor.
The title wants to contain this uncertainty:
W8T of F8T plays between two possible interpretations wait of fate and weight of fate.
Graphically, the number 8 can be rotated, turning into the infinity symbol.
The video comes from the collaboration between two artists, Tatiana Villani and Luca Leggero, already co-authors of other works.

Pubbliche Intimità

pubbliche intimità

Durante le giornate della 43° edizione di Arte Fiera, la galleria Passaggi Arte Contemporanea è lieta di presentare la 3° edizione di Pubbliche Intimità, una selezione di opere di Luca Lupi, Beatrice Meoni, Mariagrazia Pontorno, Silvia Vendramel e Tatiana Villani ospitate in un appartamento privato in via Nosadella, nel cuore del centro storico di Bologna.

Tutti i lavori selezionati appartengono ad artisti che hanno esposto nello spazio di Passaggi, con progetti ideati appositamente per la galleria. Con Pubbliche Intimità si è scelto di ripercorrere l’ultimo anno di attività di Passaggi in una dimensione più intima e domestica, ma aperta a un pubblico vasto e variegato, come quello che si riunisce durante eventi artistici di grande risonanza quali Arte Fiera.

Vi aspettiamo dal 31 gennaio al 3 febbraio al terzo piano di Via Nosadella 19 (campanello F. Panzieri).

Orari: 31 gennaio – 3 febbraio, dalle 17.00 alle 23.00
Durante Art City White Night, sabato 2 febbraio, la mostra sarà aperta dalle 17.00 alle 24.00

Per informazioni: +39 338 35 25 236 | info@passaggiartecontemporanea.it

"KÖRPERLAND" di Tatiana Villani

“KÖRPERLAND” di Tatiana Villani

Io nell’epoca dell’autorappresentazione digitale

Io_nell_epoca_dell_autorappresentazione_digitale.

Si inaugura venerdì 14 dicembre alle ore 18.00, presso Passaggi Arte Contemporanea, la mostra di Tatiana Villani Io nell’epoca dell’autorappresentazione digitale.

Il progetto trae ispirazione dall’inserimento di alcuni lavori dell’artista, appartenenti al ciclo Körperland, nel volume di recente pubblicazione di Giorgio Bonomi Il corpo solitario. L’autoscatto nella fotografia contemporanea per aprirsi a un’ulteriore riflessione sulla rappresentazione del sé con un ciclo di nuovi lavori che interrogano la diffusione esponenziale della propria immagine nell’epoca dei social media.

In occasione dell’inaugurazione, si terrà un incontro con Giorgio Bonomi e Matteo Innocenti in dialogo con Tatiana Villani sui temi dell’identità e dell’autorappresentazione in relazione al lavoro artistico e al contesto sociale contemporaneo.

Quest’ultimo appuntamento di Passaggi Arte Contemporanea prima delle festività sarà un’occasione per brindare insieme in attesa del 2019. Per prepararvi al nuovo anno potrete trovare in galleria anche il Diario Rizomatico, agenda a cura di Simona Lotti e Sandra Nastri, con immagini e parole di dodici artiste, tra cui Tatiana Villani, e un testo di Serena Becagli.

Diario rizomatico

 

bigbang

Presentazione del Diario rizomatico
agenda settimanale per l’anno 2019
a cura di Simona Lotti e Sandra Nastri

venerdì 30 novembre ore 19.00
Libreria Libri Liberi
Via San Gallo 21, Firenze

Nata dalla passione condivisa per taccuini e calendari tascabili nei quali segnare e sovrapporre note, appunti e schizzi, questa agendina è la prima di una serie di piccole pubblicazioni dedicate al tema del rizoma laddove questa metafora e questo concetto incrociano il nostro procedere artistico e il nostro anelito e impegno verso un nuovo sistema di relazioni.

In copertina e al suo interno, le immagini e le parole di dodici artiste si inseriscono come una successione di istantanee, di sguardi che si scambiano, di connessioni mobili.
In quattro lingue con un testo introduttivo di Serena Becagli e una breve presentazione dei testi e delle opere, questa agenda si presenta come un libretto destinato ad essere letto, sfogliato e riempito di annotazioni, disegni e collage.

Il Diario rizomatico è stato stampato in 500 copie e viene distribuito in Italia, Germania, Portogallo e Spagna, i quattro paesi in cui le artiste che hanno collaborato risiedono e lavorano.

Opere, disegni e interventi di:
Serena Barbieri
Salomè Egli
Valentina Ferrari
Alessandra Greco
Meri Iacchi
Notburga Karl
Virginia López
Sandra Nastri
Silvia Noferi
Itziar Torres
Giorgia Valmorri
Tatiana Villani

La Deviation – Marsille

Marsiglia

Reinforced with balloons #01  #02 Concret, air ballons (40x30x12)cm two pieces Tatiana Villani 2018

Reinforced with balloons #01 #02
Concret, air ballons
(40x30x12)cm two pieces
Tatiana Villani 2018

*Reinforced with baloons #01 #02 sono stati prodotti durante la residenza di gruppo a Marsiglia presso La Deviation.

L’opera è in continuità teorica con la ricerca svolta con Let’s Play!?, in cui il gioco è utilizzato come metodo per descrivere, di volta in volta, aspetti dell’ampia realtà della migrazione.
In questo momento, in molti stati ricchi, si discute della questione migratoria portando alla ribalta la voglia di separazione, di costruire muri.
I muri sono di per sé segnali di durezza come il materiale che spesso li compone, appunto il cemento. Nel mio lavoro voglio evidenziare sia questa durezza, che la sua intrinseca fragilità con la contrapposizione di elementi molto effimeri come i palloncini.
Parlando di quest’opera la storica dell’arte Silvana Vassallo dice “ Una coesistenza di opposti o la levità intrappolata? Forse entrambe le cose .”
La struttura è metastabile, ha una sua forma che cambierà nel tempo lasciando spazio per altre configurazioni.

MUSINF


Siamo lieti di comunicarVi che grazie all’impegno redazionale  di Giorgio Bonomi e dello staff del Musinf Sabato 22 settembre alle ore 17, presso la Rocca Roveresca di Senigallia sarà presentato il Catalogo della mostra 2018 dell’Archivio Italiano dell’Autoritratto fotografico. Giorgio Bonomi ha assicurato la sua presenza. La mostra proseguirà fino al 30 settembre. Il catalogo riproduce tutte le opere esposte.
Per ragioni tecniche il percorso espositivo, è stato ordinato da Giorgio Bonomi in due sedi: il piano terra della Rocca Roveresca e la Sala Ex Ostello del Palazzo del Duca (ingresso in via Marchetti 73, orario tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00).

Corpo#3 di Tatiana Villani - Archivio Italiano dell'Autoritratto fotografico.

Corpo#3 di Tatiana Villani –
Archivio Italiano dell’Autoritratto fotografico.

Museo Popolare della Pineta

Muso Popolare Della Pineta

sabato 14 luglio dalle ore 18:00 alle ore 03:00
Dal 14 lug alle 18:00 al 15 lug alle 03:00

Il Collettivo SuperAzione e il Collettivo Dada Boom sono lieti di invitare la cittadinanza tutta all’ inaugurazione del Museo Popolare della Pineta, dove installazioni ed interventi artistici saranno posti lungo l’ ipotetico tragitto dello scellerato progetto dell’ asse di penetrazione, che prevedrebbe l’ abbattimento di quasi 1000 alberi adiacenti alla zona dell’ incantevole Parco Migliarino S Rossore. Una due giorni ricca di arte, performance, dibattiti, musica, rilancio turistico e salvaguardia ambientale.

"Lastricata" Installazione di Tatiana Villani (particolare)

“Lastricata” Installazione di Tatiana Villani (particolare)

“Manifesto” installazione per BAU OUT – vie d’uscita possibili

Presso la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Lorenzo Viani” (GAMC) di Viareggio (Piazza Mazzini, Palazzo delle Muse) dalle ore 18,00 di sabato 14 luglio 2018 avrà luogo a cura della redazione la presentazione del nuovo numero della rivista d’autore BAU Contenitore di Cultura Contemporanea, prodotta annualmente a Viareggio dall’associazione BAU. Nell’occasione, verrà inaugurata la mostra BAU OUT – vie d’uscita possibili, con esposizione dei lavori originali realizzati per la rivista da oltre 80 autori internazionali (fino al 31 agosto). L’ingresso alla presentazione è libero, seguirà un brindisi.

Tenendo fede alla sua vocazione sperimentale nelle arti visive e nei più diversi linguaggi, BAU ha immaginato per questo n.15 una pubblicazione di forma cubica, contenente opere bidimensionali inedite nel formato di cm. 21×21, incentrate sul concetto di OUT nelle sue infinite accezioni. OUT come “fuori”, “fuori da”, o più ampiamente per “scoperto”, “svelato”, ecc., o anche come prefisso di vocaboli quali outlet, “via d’uscita”, outlive, “sopravvivere”, outcry, “protesta” (nel 50° anniversario del ’68), outsider, nel senso di autori “fuori gioco”, lontani dall’ufficialità e dalla omologazione culturale.

Manifesto

“Manifesto” Installazione di Lapolla, Morellet, Sauer, Villani – museo GAMC, Viareggio (LU).

Nel corso dell’evento, alcuni autori di BAU 15 proporranno installazioni, proiezioni, azioni sonore e performance: Francesco Bernabei (esperimento), Antonino Bove / Luca Brocchini / Gabriele Menconi (Dialogo con Psiche, performance), Luciano Federighi (piano blues), Aldo Frangioni (Fuoriditesta, video), Ignazio Lago (In(+)Out of the Lake, azione sonora), Valentina Lapolla / Rachel Morellet / Eva Sauer / Tatiana Villani (Manifesto, installazione), Vieri Parenti (Get Out, installazione), Rossano Brazzi Band (Auting, canzone interattiva), Walter Rovere (Today’s News 1968-2018, performance), Samora (video-azione sonora).

Approdata in numerosi musei, biblioteche e importanti collezioni, dal MART di Rovereto alla Tate Modern di Londra, BAU è una delle più originali e significative pubblicazioni d’artista attive oggi in Italia. La rivista, in lussuoso cofanetto progettato da Gumdesign, è prodotta annualmente in edizioni limitate, con contributi originali di autori di rilevanza internazionale operanti nelle più diverse discipline. In quindici anni di attività, BAU ha coinvolto oltre 800 autori provenienti da ogni angolo del pianeta.

Autori di BAU OUT: Vincenzo Agnetti, Silvia Ancillotti, Anonimo, Roberto Baccelli, Simon Balestrazzi, Luigi Ballerini, Eli Benveniste, Francesco Bernabei, Carla Bertola, Emanuela Biancuzzi, Maicol Borghetti, Maria Luisa Borra, Jean-Francoise Bory, Luca Brocchini, Giuseppe Calandriello, Felipe Cardeña, Mauro Chiarotto, Filippo Ciavoli Cortelli, Claudio Costa, Corrado Costa, Graziano Dovichi, Liliana Ebalginelli, Luciano Federighi, Fernanda Fedi, Giovanni Fontana, Gionata Francesconi, Claudio Francia, Aldo Frangioni, Carlo Galli, Marco Galli, Delio Gennai, Stefano Gentile, Gino Gini, Chiara Giorgetti, Antonio Gomez, Ezio Gribaudo, Riccardo Gusmaroli, Jørgen Haugen Sørensen, Maria Assunta Karini – Francesco Paladino, Margherita Labbe, Ignazio Lago, Valentina Lapolla – Rachel Morellet – Eva Sauer – Tatiana Villani, Massimiliano Luchetti, Luciano Maciotta, Giorgio Marconi, Gabriele Menconi, Giulia Niccolai, Now! (Roberto Cagnoli – Marco Cencetti), Angela Palese, Lorenzo Paoli, Vieri Parenti, Antonio Peruz, Guido Peruz, Luigi Petracchi, Lamberto Pignotti, Margherita Levo Rosenberg, Rossano Brazzi, Manitù Rossi, Ornella Rovera, Walter Rovere, Kristina Rubine, Stefano Ruggia, Massimo Salvoni, Samora (Enrico Marani), Antonella Sassanelli, Renato Sclaunich, Alvise Simonazzi, Morten Søndergaard, Giulia Spanghero, Adriano Spatola, Alessandro Squilloni, HR-Stamenov, Teho Teardo, Nicoletta Testi, Stefano Turrini, Tommaso Vassalle, Giangrazio Verna, Daniele Virgilio, Alberto Vitacchio, William Xerra, Aida M. Zoppetti, Emiliano Zucchini.
Contributi redazionalii: Vittore Baroni, Alessandro Bertozzi, Antonino Bove, Luca Brocchini, Susanne Capolongo, Paola Gribaudo, Angela Madesani, Mario Mulas, Giuditta Elettra Lavinia Nidiaci, Maurizio Spatola.
Progetto grafico: Gumdesign.

Artisti in erba

L’isola è il laboratorio di scultura, fotografia e performance di Tatiana Villani pensato per Artisti in erba.
Per cinque giorni, dal 2 al 6 luglio, i bambini vivranno l’esperienza di essere gli abitanti di un’isola, simulando di far parte di una microcomunitá immaginaria.

lisola

Sono aperte le iscrizioni per la sesta edizione del campus ludico-formativo Artisti in erba che, a partire dal 11 GIUGNO fino all’14 SETTEMBRE, accoglierà i bambini dai 6 ai 12 anni per avvicinarli all’arte attraverso il gioco, valorizzando le loro capacità e la loro creatività, sia nel lavoro individuale che collettivo.

Ci sarà da divertirsi!

Per il programma completo vai su www.smartroma.org

smART – polo per l’arte
Piazza Crati, 6/7
00199 – Roma (RM)
tel. (+39) 06 6478 1676
e-mail: info@smartroma.org

#artistiinerba #campus #estate #summer #kids# summercamp #didattica #bambini #arte #artista#artecontemporanea #gioco #fun #divertimento#sun #sole #isola #fotografia
#scultura #performance #tatianavillani — conTatiana Villani

BORDER / OFF

 

BorderOffTatianaVillani

*

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
serata di video arte a cura di Serena Becagli e Spazio Off

con video di
Meri Iacchi, Lori Lako, Bärbel Reinhard, Tatiana Villani,
Guerrilla SPAM
e un video con reading live di Alessandra Greco

dalle ore 19 bar aperto per aperitivo e drink
ore 21 proiezione

La serata a cura di Serena Becagli e Spazio Off presenta una serie di video sul tema del confine inteso sia come confine politico che come limite fisico entro il quale possono accadere delle cose. Confini entro cui stare, confini da superare prendendo spunto proprio dal concetto da cui è nato il progetto Spazio Off, un’associazione che si è sempre occupata di eventi culturali da attivare in diversi luoghi e spazi della città.
Durante la serata saranno presenti alcuni degli artisti che introdurranno e commenteranno il proprio lavoro.
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

programma:

Meri Iacchi
La canzone della Pace, video 10’, 2016
L’opera rende omaggio a Maria Monzecchi, ultima discendente di una famiglia di poeti in ottava rima. Nella tradizione della cultura rurale toscana ormai pressoché estinta, il canto
in ottava rima rappresenta un’espressione di socialità, riconosciuta e condivisa, molto importante. Nei paesi venivano organizzate vere e proprie gare di improvvisazione con testi
a rima baciata, detti “contrasti”. La canzone della pace, composta dai fratelli di Maria per la forza della composizione e del tema trattato, appare quanto di più contemporaneo
si possa offrire in questi tempi.
Il video è stato girato grazie all’interesse del Comune di Pontassieve, sensibile al recupero della cultura contadina e con l’aiuto – preziosissimo – di tutta la famiglia di Maria che ha condiviso il canto con lei, attivando un processo rigenerativo dell’antica usanza in senso contemporaneo.
Il testo assieme ad altre opere gelosamente custodito da Maria entrerà a far parte di un archivio di biografie.

Alessandra Greco
Nodi, video 11’:08”, 2018
video + reading (Live)
testo e voce di Alessandra Greco
Elaborato in relazione al testo Nodi, da cui prende il titolo, il video riproduce le immagini di un caleidoscopio, all’interno del quale, oltre alle tradizionali perline di vetro, sono inseriti
ritagli di immagini di migranti su barconi, funamboli e nodi marinari. Lo “snodo”, come dispositivo vincolare e di trasmissione di forze, di azioni o di informazioni, nella sua ampia
accezione trova un ruolo importantissimo nelle relazioni umane, nelle dinamiche mentali e visive. Il “nodo”, come impedimento, se sciolto, può produrre apertura e sviluppi.

Lori Lako
Now and then, video 3’:35’, 2016
Lori Lako collega due avvenimenti storici importanti che hanno prodotto l’azione dell’attraversamento illegale dei confini nazionali. La parte visuale del video è costituita da
materiali d’archivio che documentano l’esodo del 1991 degli albanesi verso l’Italia, invece la traccia audio, dal 02’:32’’, riproduce le urla della “Camminata Notturna” messicana,
un’esperienza che simula l’attraversamento del confine tra Messico e Stati Uniti.

Bärbel Reinhard e Tatiana Villani
Afterclap, video 5′, 2016
Afterclap è un video realizzato dalle artiste Bärbel Reinhard e Tatiana Villani, nel 2016.
Il progetto nasce per riattivare un edificio di archeologia industriale a Prato utilizzando il gioco come miccia del processo.
Gli spazi dismessi sono terra di nessuno e vengono utilizzati di frequente da chi ne ha maggiore bisogno e dai bambini che giocano immaginando mondi. Da qui le artiste hanno sperimentato una serie di azioni giocose nello spazio che da un lato raccontano l’architettura e dall’altro la riempiono muovendosi al suo interno.

Guerrilla SPAM
Compiti per casa – video documentazione 2′ circa
Venezia, 20 Novembre 2017
Azione culturale con distribuzione di 400 quaderni di “Compiti per Casa” e declamazione tramite megafono di esercizi sul tema dell’Accoglienza e sulle migrazioni.
Gli artisti, con costumi e bandiere da loro disegnati, sono arrivati in laguna a bordo di una piccola imbarcazione; una volta scesi a terra hanno distribuito i quaderni con i “Compiti per casa” e incoraggiato le persone a fare alcuni esercizi e riflessioni in merito al tema delicato dell’accoglienza.

Tatiana Villani
Seeds, video 2′, 2018
Le piante per natura sono esseri che non si muovono, con le loro radici si attaccano ad un terreno che le accoglierà per tutto il ciclo della loro vita. Per riprodursi producono semi, questi cercano e trovano il modo di esprimersi trasformandosi in piante.
Per trovare le migliori condizioni possibili spesso affrontano dei viaggi, sia nel tempo che nello spazio, non riconoscono confini.
I processi di disseminazione sono molto vari e prevedono sia la possibilità del viaggio autonomo che l’interazione con altre forme viventi. In questo video un’esile piantina “prende il vento” per superare il suo limite pietroso e volare su terreni più fertili.

Border_Off_Tatiana_Villani

still da “Seeds”, video 2′, 2018